Pinko si rafforza con la capsule Uniqueness e apre il primo store ibrido a Brera

«Abbiamo congelato la collezione Uniqueness per due stagioni, ma con la primavera 2014 siamo pronti a ripartire. L'obiettivo è sempre lo stesso: sperimentare. Ma in modo diverso». Pietro Negra, proprietario di Cris Conf – azienda cui fa capo Pinko: ha chiuso il 2013 con un fatturato di 165 milioni, in linea con l'anno precedente – racconta il nuovo corso del marchio lanciato nel 2010, inizialmente affidato ad Alessandra Facchinetti in qualità di direttore creativo e pensato per essere venduto attraverso il canale virtuale, online oppure nei negozi tradizionali, dotati di tablet per effettuare gli acquisti.

I problemi di Uniqueness, a detta di Negra, erano due: «L'idea di vendere capi ed accessori solo online era prematura: i consumatori, specialmente in Italia, non erano ancora pronti. In secondo luogo, la collezione aveva poco a che fare con il mondo Pinko».
Dopo un periodo di riflessione che ha visto l'azienda concentrarsi sullo sviluppo di un modello retail ibrido, che coniuga nel medesimo negozio la dimensione reale e quella virtuale, è arrivata la decisione di ripensare Uniqueness: «Oggi è una sorta di capsule che potenzia al massimo i temi della main collection di Pinko – continua Negra –. Per la P-E 2014 abbiamo affidato la direzione creativa a Viviana Volpicella: è una stylist, figura che, considerando il linguaggio contemporaneo della moda, ritengo sia importante tanto quanto quella dello stilista».

La collezione per la primavera, che si focalizza su capi «sperimentali, pensati per un pubblico più modaiolo», sarà venduta online e negli store ibridi Pinko: «A settembre 2013 abbiamo presentato un esempio di questa nuova realtà di vendita: ora è tempo di concretizzarlo» dice Negra. Detto, fatto: il primo hybrid shop verrà inaugurato all'inizio di aprile in via Ponte Vetero, nel cuore di Brera.

L'obiettivo di Negra – che dopo aver tentato una ristrutturazione del management aziendale a fine 2013 ha ripreso in mano totalmente le redini dell'azienda – è di aprire 20 monomarca ibridi entro la fine del 2014. Anche all'estero: «Nel 2013 abbiamo portato l'export ad assorbire il 45% del nostro fatturato, contro il 30% del 2012: i primi negozi ibridi li apriremo in Europa sia per ragioni logistiche – stiamo cercando di mettere a punto un magazzino unico che serva tutti i canali – sia perché credo sia importante tornare a coltivare le piazze tradizionali come Europa, Usa e Giappone. Nel 2014 prevediamo di crescere, anche puntando su questi mercati».

TAGS: Alessandra Facchinetti | Italia | Pietro Negra | Pinko | Pubblicità | Viviana Volpicella

Shopping24

   
G