La rete traina le vendite di scarpe e il fatturato Sarenza guadagna il 15%

L'online continua a rappresentare una direttrice importante per le vendite di calzature in Europa. A confermarlo è la crescita di fatturato registrata da Sarenza: il sito leader nella vendita dei scarpe online ha infatti chiuso il 2013 con vendite per 150 milioni di euro, segnando un +15% sul 2012. Dalla fondazione, avvenuta in Francia nel 2005, al 2013 Sarenza ha venduto ben 9 milioni di calzature. Tutto tramite la rete. L'espansione – anche geografica – del business è stata progressiva: oggi Sarenza è presente in 26 paesi europei, Italia compresa. Nel nostro paese il portale è sbarcato nel 2011 e ha subito registrato risultati incoraggianti: «L'Italia, paese nel quale prevediamo di crescere molto nel 2014, sta registrando una tra le migliori performance a livello europeo. Secondo la ricerca "Barometro dell'e-commerce europeo" che la nostra azienda ha realizzato per il secondo anno consecutivo, gli acquisti degli italiani che prevedono una combinazione tra canale online e offline sono aumentati del 10% rispetto al 2012, anno in cui gli acquisti nel solo canale offline sono invece diminuiti del 7%», spiega Stéphane Treppoz, presidente di Sarenza.
Nel 2013 Sarenza ha continuato il proprio percorso di espansione in Europa, sbarcando in Belgio con un sito bilingue pensato per soddisfare le esigenze sia della popolazione fiamminga sia di quella vallone. L'obiettivo per il 2014 è quello di approcciare anche il mercato croato.
La ricetta dietro il successo del portale – che nel 2013 ha anche lanciato la versione mobile del proprio sito – è quella di offrire ai propri clienti un'ampia scelta di prodotti e brand – 700 etichette e circa 50mila modelli tra scarpe e borse – e un servizio modellato sulle esigenze del consumatore. A cominciare dalla formula spedizione e reso gratuiti, fino ai tempi di consegna, terreno sul quale si gioca spesso la battaglia tra competitor del settore. Ma, soprattutto, rendendo lo shopping online sempre più fruibile, smorzandone i lati negativi.
L'attenzione di Sarenza, infatti, è sempre rivolta alle modalità di shopping online della propria clientela. Come anticipato da Treppoz, il Barometro dell'e-commerce europeo ha evidenziato che lo shopping online sta crescendo anche in Italia: il 46% degli italiani ha acquistato almeno una volta un paio di scarpe online, registrando una crescita del 12% rispetto al 2012. Secondo le persone coinvolte, i vantaggi dello shopping online risiedono nella possibilità di comparare i prezzi tra siti diversi (93%), guardare i modelli per ore (85%) e avere a disposizione una vastissima offerta così da poter scegliere esattamente la scarpa desiderata (84%).
La ricerca condotta da Sarenza evidenzia come gli uomini siano molto attivi online: il 9% degli intervistati ha ammesso di acquistare esclusivamente calzature su Internet (nel 2012 era il 4%). Se si parla di abitudini d'acquisto del gentil sesso, invece, la percentuale scende al 2%. Il 56% delle donne continua infatti a preferire il negozio tradizionale. A limitare l'acquisto di calzature online da parte del pubblico femminile sono l'impossibilità di toccare con mano e provare il prodotto (secondo l'84% delle intervistate), la paura di ricevere una scarpa diversa da quella immaginata (87%) e la mancanza del consiglio di un esperto (41%).
«Sul nostro sito i clienti trovano un catalogo fotografico dettagliatissimo per fornire una visione a 360° del prodotto – dice Treppoz – grazie a più di sette scatti per ogni singolo prodotto con la possibilità di zoommare i dettagli della scarpa per avere un'idea esatta del modello, descrizioni accurate e consigli precisi sul numero di scarpa da acquistare. In azienda abbiamo una "Cenerentola" che ha il compito preciso di provare tutti i nostri modelli disponibili sul sito per poter consigliare la misura esatta evitando spiacevoli sorprese al ricevimento del prodotto».

TAGS: Internet | Italia | Stéphane Treppoz

Shopping24

   
G