Per Yoox e Privalia boom su smartphone

Moltissimi gli spunti, le idee, i dati e gli scenari, presenti e futuri, presentati durante «Decoded Fashion Milan presented by e-Pitti.com», il convegno su moda e tecnologia nato a New York nel 2011 e che ieri, dopo la tappa londinese del 2012, si è tenuto per la prima volta a Milano, grazie alla partnership con Pitti Immagine e in particolare con FieraDigitale & e-Pitti.com, la divisione dell'organizzazione guidata dal ceo Francesco Bottigliero. Originale anche la location, la Pelota, gremita di rappresentanti dei brand della moda e del lusso, di proprietari di negozi ma soprattutto di giovani, che a Decoded Fashion hanno presentato progetti di start up della moda che aspettano solo un venture capitalist disposto a credere in loro.

Un successo che ha spinto gli organizzatori e Liz Bacelar, l'ideatrice del convegno, ad annunciare la data della prossima edizione: 22 ottobre 2014, ancora a Milano. I dati sull'e-commerce confermano che le vendite online sono diventate strategiche per qualsiasi brand: «Già oggi, almeno il 5% del fatturato dei marchi della moda e del lusso viene dal web – ha spiegato Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine inaugurando la giornata di lavori –. Ma in futuro questa percentuale aumenterà e sempre più acquisti verranno fatti da tablet o smartphone, mentre si è in movimento».

Dati confermati da Renzo Rosso, presidente di Only the Brave e fondatore di Diesel: «Le vendite online per noi valgono il 6% del fatturato, ma il dato interessante è che l'80% dei clienti che entra in uno dei 400 negozi Diesel nel mondo, un numero che sale a 500 se contiamo i monomarca di tutti i brand del gruppo, prima di muoversi fisicamente ha navigato e forse già scelto online cosa vuole comprare». L'e-commerce non è ovviamente l'unico aspetto in cui la tecnologia ha cambiato il mondo della moda: «Noi usiamo degli avatar per passare dal prototipo al modello da mettere in produzione e già oggi siamo in grado di creare delle sfilate virtuali ottime per far capire a tutta la forza vendita lo spirito di una collezione, settimane o mesi prima della passerella nel mondo reale», ha aggiunto Rosso. Cresce molto anche l'utilizzo di Twitter, il social network che forse più può aiutare i brand a comunicare con i propri clienti, come ha spiegato Katie Stanton, vicepresidente marketing dell'azienda Usa che si appresta a sbarcare in Borsa.

«Siamo nati nel 2006 negli Stati Uniti ma oggi il 70% dei 500 milioni di tweet giornalieri viene fatto da non americani. Abbiamo 230 milioni di utenti attivi e molti di questi sono giovani e appassionati di moda», ha spiegato la manager, citando Burberry come esempio di grande intelligenza nell'uso di Twitter. Non è un caso, del resto, che lunedì sia arrivata la notizia, in un primo momento scioccante per molti, che Angela Ahrendts, ceo di Burberry e fautrice dell'avvicinamento dello storico marchio inglese al mondo digitale, nel 2014 diventerà il capo della divisione retail di Apple. «La notizia mi sembra il migliore esempio dell'osmosi in atto tra moda e tecnologia», ha sottolineato Marina Salamon, presidente di Altana (abbigliamento junior) ma anche di Doxa e Connexia.

Per l'e-commerce, il futuro sarà sempre più mobile: «Tra pochi mesi la maggior parte degli acquisti verrà fatto da smartphone o tablet», ha detto Lucas Carné, cofondatore di Privalia. Per Yoox, leader europeo del settore, la percentuale è al 35% circa, ha spiegato il fondatore e ceo Federico Marchetti. «Stiamo investendo in tecnologia in tutti i sensi, non solo potenziando le app per l'utilizzo da dispositivi mobili. In azienda l'età media è di 30 anni e l'82% delle persone ha un contratto a tempo indeterminato: da tutte queste giovani menti vogliamo passione e idee e ricambiamo dando loro responsabilità e sicurezza economica. Solo così un'azienda mette le basi per il futuro», ha concluso Marchetti.

TAGS: Angela Ahrendts | Apple | Borsa Valori | Connexia | Diesel | Federico Marchetti | Francesco Bottigliero | Gaetano Marzotto | Internet | Katie Stanton | Liz Bacelar | Lucas Carné | Marina Salamon | Milano | Only | Renzo Rosso | Stati Uniti d'America | Yoox

Shopping24

   
G