Federica Pellegrini disegna la collezione "Fenice" per Jaked. Lo stesso nome del costume che le dedicò l'ex sponsor Mizuno

Federica Pellegrini (Olycom)Federica Pellegrini (Olycom)

Pochi mesi dopo aver firmato il suo contratto da testimonial per Jaked, marchio di costumi di Pianoforte Holding Spa, Federica Pellegrini ne diventa anche stilista: Jaked, infatti, ha appena presentato la collezione "Fenice", che si ispira a uno dei tatuaggi della campionessa, un vero e proprio simbolo che rappresenta la rinascita e che la accompagna dal 2006. I modelli della collezione sono sei, tre per donna e due per bambina, dai colori cangianti e in versione anche sexy con un motivo di pizzo nero, ai quali si accompagna uno zainetto.

Jaked, che fa parte dello stesso gruppo che controlla anche Carpisa e Yamamay, controllato da Luciano Cimmino, lo scorso aprile aveva firmato con la campionessa un accordo di quattro anni, in virtù del quale Federica indosserà le creazioni del marchio anche alle Olimpiadi del 2016 in Brasile. L'accordo prevedeva anche la collezione "Fenice", che oggi si può acquistare anche online su jakedstore.it . Il brand è celebre nel settore dell'abbigliamento tecnico per la sua ricerca sui materiali e sulle nanotecnologie, che ha portato al lancio della futuristica muta "JKatana", indossata dalla stessa Pellegrini agli Assoluti di nuoto di Riccione la scorsa primavera, caratterizzata dall'assenza di cuciture, i tagli del tessuto solo sui fianchi e termonastrati per ridurre la frizione in acqua, oltre a uno speciale trattamento idrofobo.

C'è però un dettaglio da notare: la stessa Pellegrini nel 2009, dopo aver terminato il suo primo contratto con Jaked, ne aveva firmato un altro con il brand concorrente Mizuno. E per i giapponesi, Federica aveva lanciato il costume "Phoenix", anche questo ispirato al suo tatuaggio. Scarsa fantasia o nome che funziona non si cambia? (Ch. B.)

TAGS: Federica Pellegrini | Fiere | Jaked | Luciano Cimmino | Mizuno | Pianoforte Holding Spa

Shopping24

   
G